Alejandro Jodorowsky

Lettera aperta di Vittoria Muradigioia a Alejandro Jodorowsky
“Recuperare equilibrio emotivo”

sabato 16 marzo 2019,

Buongiorno Alejandro Jodorowsky,
mi chiamo Vittoria e ho ventitré anni, ho sempre perseguito la via della conoscenza e la considero mio maestro dall'adolescenza. Provengo da una famiglia conflittuale e abbiamo iniziato da un anno la terapia famigliare, anche se se ce l'avevano consigliata parecchio tempo prima ma mio padre, alto dirigente, non si era voluto mettere in discussione, fino al mio distacco dalla famiglia per due anni avvenuta dai venti ai ventidue anni. I litigi e le violenze in casa erano la norma nonostante mantenessimo un profilo basso borghese perbenista e un livello culturale elevato, ho frequentato il liceo classico e successivamente Biotecnologie per fare contento il padre, ma non riuscii a terminarla e cambiai a Psicologia. Cercavo di dimostrare ai miei genitori di essere all'altezza della loro intelligenza, nonostante fossi molto arrabbiata e delusa da come si torturassero a vicenda. La situazione famigliare influenzava parecchio il mio umore e soffro tutt'ora di depressione e anche nell'ambito sessuale i modelli genitoriali hanno avuto il loro peso, nonostante mi consideri bisessuale da tutta la vita riesco ad avere relazioni serie solo con donne più grandi e con gli uomini mi sento bloccata. Accetto ogni buon consiglio, mia grande guida

Autore: Vittoria Muradigioia

Alejandro Jodorowsky, 9 lettere aperte, 23 visite

Nessun commento su questa lettera a Alejandro Jodorowsky


HTML autorizzato: <b> <i> <a> :-) ;-) :-( :-| :-o :-S 8-) :-x :-/ :-p XD :D



Celebrità > A > Alejandro Jodorowsky > Lettera 9 > scrivere