Pierfrancesco Diliberto “Pif”

Lettera aperta di Paolo Tiso a Pierfrancesco Diliberto “Pif”
“Grazie”

lunedì 14 gennaio 2019,

Buongiorno Pierfrancesco Diliberto “Pif”,
Volevo solo ringraziarla / ringraziarti per varie cose. Sono stato con mia moglie e alcuni miei amici a Palermo all' inizio dell' anno. La tua App ci ha permesso di fare memoria di alcune persone che hanno dato la vita per la loro città e per il nostro Paese. Grazie per questa bellissima idea e Grazie anche per il tuo libro che ho avuto la gioia di leggere. Un libro bello, simpatico, leggero e nello stesso tempo molto profondo...Una lettura che ci pone delle domande importanti su come vivere la nostra fede. C è una frase del giudice Rosario Livatino che spesso risuona dentro di me...Alla fine della vita ci sarà chiesto non tanto se si è stati credenti , ma piuttosto quanto siamo stati credibili...Ecco la lettura del tuo libro è per me e per tutti credo una opportunità per essere più credibili. Scusami sono passato dal Lei al Tu, ma mi sembra di conoscerti più da vicino dopo i tuoi film, la tua App, il tuo libro...Mi presento prima di salutarti, mi chiamo Paolo vivo a Livorno con mia moglie, ho 56 anni. Grazie ancora e buone cose per tutti i tuoi giorni a te ed alle persone a cui vuoi bene. Un carissimo saluto Paolo

Autore: Paolo Tiso

Pierfrancesco Diliberto “Pif”, 43 lettere aperte, 5 visite

Nessun commento su questa lettera a Pierfrancesco Diliberto “Pif”


HTML autorizzato: <b> <i> <a> :-) ;-) :-( :-| :-o :-S 8-) :-x :-/ :-p XD :D



Celebrità > P > Pierfrancesco Diliberto “Pif” > Lettera 37 > scrivere