Walter Veltroni

Lettera aperta di Massimo Magni a Walter Veltroni
“Migranti”

martedì 11 giugno 2019,

Salve,

premesso che l'ho sempre stimata, innanzi a tutti, quando votavo per PCI, PDS e DS,

vorrei sottoporLe una questione riguardo ai migranti, posto che Lei pensa che l'unico modo per governare l'immigrazione sia quello di stipulare accordi coi Paesi di provenienza.

Posto che i migranti arrivano da tutto il mondo (Africa, Asia, Europa dell’Est, Sud America, isole comprese) sarebbe necessario assumere un esercito di ‘navigator’ (è proprio il caso d’usare questo termine) da dispiegare e dislocare a macchia d’olio su tutto il globo, per poi eventualmente redigere, ammesso che ci si riesca, degli accordi fasulli che valgono quanto la carta igienica.

Non Le sembra questa una battaglia contro i mulini a vento?

Saluti

Autore: Massimo Magni

Walter Veltroni, 19 lettere aperte, 21 visite

Un commento su questa lettera a Walter Veltroni
  1. Siamo sicuri che gli accordi non servono a nulla?
    Per spezzare definitivamente il modello di business dei contrabbandieri, evitando così tragiche perdite di vite umane, è necessario eliminare l'incentivo a intraprendere viaggi pericolosi. Ciò richiede un nuovo approccio basato su azioni condivise o complementari tra gli Stati membri per lo sbarco di coloro che sono salvati nelle operazioni di ricerca e salvataggio. In tale contesto, il Consiglio europeo invita il Consiglio e la Commissione a esplorare rapidamente la possibilità di piattaforme di sbarco regionali, in stretta cooperazione con i paesi terzi interessati nonché con l'UNHCR e l'OIM. Tali piattaforme dovrebbero operare distinguendo le singole situazioni, nel pieno rispetto del diritto internazionale e senza creare un fattore di attrazione.
    8. Affrontare il problema della migrazione richiede una partnership con l'Africa che miri ad una sostanziale trasformazione socioeconomica del continente africano, basandosi sui principi e gli obiettivi definiti dai paesi africani nell'Agenda 2063. L'Unione europea e i suoi Stati membri deve raccogliere questa sfida. Dobbiamo aumentare la portata e l'uguaglianza della nostra cooperazione con l'Africa ad un nuovo livello. Ciò richiederà non solo maggiori finanziamenti per lo sviluppo, ma anche passi verso la creazione di un nuovo scenario che consenta un aumento sostanziale degli investimenti privati da parte sia degli africani che degli europei. Particolare attenzione dovrebbe essere rivolta all'istruzione, alla salute, alle infrastrutture, all'innovazione, al buon governo e all'emancipazione delle donne. L'Africa è il nostro vicino di casa e questo deve tradursi in maggiori scambi e contatti tra i popoli di entrambi i continenti a tutti i livelli della società civile. La cooperazione tra l'Unione europea e l'Unione africana è un elemento importante delle nostre relazioni. Il Consiglio europeo chiede di svilupparlo e promuoverlo ulteriormente.
    12...È necessario trovare un consenso sul regolamento di Dublino per riformarlo sulla base dell'equilibrio tra responsabilità e solidarietà.
    P.S: L’85% dei migranti trova rifugio in un paese del Sud limitrofo a quello di partenza. Il paese che ha più rifugiati sul suo territorio rispetto alla popolazione locale, è il Libano, seguito dalla Turchia. In Asia, il paese più accogliente è l'Uganda. Ma il contrasto al flusso verso la Grecia, e dunque l'Europa, è a carico della Turchia, che per questo riceve aiuti dall'UE. Le leggi che hanno introdotto vincoli sempre più stringenti alla possibilità di ottenere un visto di lavoro hanno spinto moltissimi migranti a tentare la strada della richiesta di asilo e a scegliere rotte e percorsi di arrivo pericolosi, molto costosi e spesso fatali. Andando anche ad alimentare un mercato illecito, quelli dei cosiddetti trafficanti di persone, un business da milioni di dollari. Perciò l'altro accordo, siglato dal governo Gentiloni con la Libia (2017, Min. Interni Minniti), ha la sua importanza per regolamentare i flussi migratori nel Mediterraneo, porta sud dell'Europa! Come gli sbarchi in Grecia si sono ridimensionati, da 200.000 al mese a 20.000, così in Italia dai 181.436 del 2016, ai 23.371! Forse si è trovato un modo per non doverne rimpatriare poi 600.000?!!!

    C'era 3 mesi, da Iroquois


HTML autorizzato: <b> <i> <a> :-) ;-) :-( :-| :-o :-S 8-) :-x :-/ :-p XD :D



Celebrità > W > Walter Veltroni > Lettera 7 > scrivere