Luciana Littizzetto

Lettera aperta di PAOLO BULGARELLI a Luciana Littizzetto
“Deluso”

domenica 23 settembre 2018,

Buongiorno Luciana Littizzetto,

mi chiamo Paolo e da 68 anni sogno un Italia deideolicizzata. Ora la mia speranza si e´ realizzata . Se vuoi avere consenso urla male dei partiti della prima repubblica e successo garantito. Di´ e prometti l´irrealizzabile e tutti ti votano. Sono sufficienti pressapochismo e disinformazione ed il gioco e´ fatto. Se un italiano sente che un francofono ha detto MERD ALORS pensa subito nel suo vittimismo alla parola merda . Se nessuno gli spiega che merd alors e´ una frase fatta un intercalare che corrisponde al nostro ACCIPICCHIA il francofono risulta offensivo ed arrogante. Se un italiano parlando con una signora intercala con PORCA VACCA o PORCA TROIA la offende forse? Se un italiano dice che PIOVE A CATINELLE ci si deve aspettare che cadano dal cielo cattinelle? Se un inglese dice che PIOVONO CANI E GATTI ci dobbiamo aspettare di essere sommersi da cani e gatti?
Nel Ns bel paese abbiamo seminata la paura per il prossimo. Diciamo allora che il cittadino ha diritto a diffendersi ed il plauso risulta comune. Nessuno dice che se una persona viene in casa mia armata la soluzione non é armarci in due ma togliere l arma a chi ce l´ ha . Con armi zero nessuno spara , con armi due sparano in due , con armi tre in tre..... mi sembra facile. Perché nessuno lo dice agli italiani?
Mi scuso per la mia rabbia , ma se l Italia deideolicizzata é questa mi piaceva di piú quella precedente con politici che sapevano quello che dicevano e quanto meno avevano , pur se diversi ed opinabili , dei principi e dei valori.

Autore: PAOLO BULGARELLI

Luciana Littizzetto, 195 lettere aperte, 18 visite

Nessun commento su questa lettera a Luciana Littizzetto


HTML autorizzato: <b> <i> <a> :-) ;-) :-( :-| :-o :-S 8-) :-x :-/ :-p XD :D



Celebrità > L > Luciana Littizzetto > Lettera 188 > scrivere