Flavio Briatore

Lettera aperta di Salvatore Di Gennaro a Flavio Briatore
“Una prospettiva nel "progetto"”

giovedì 15 agosto 2019,

Buongiorno Flavio Briatore, mi interessa molto la Politica (ho una datata laurea in materia, e desidererei che notassi la lettera "maiuscola", che eleva eticamente l'argomento). Nato e cresciuto a Milano nell'immediato dopoguerra, lavorato a Roma per circa quarant'anni come controllore radar, vivo ora in Puglia. Conosco quindi bene le variegate sfaccettature sociali italiane. Ho accolto con piacere la notizia della tua intenzione di entrare nell'agòne politico (possiedi quell'estrosità, quella "stravaganza", quel carisma e quella esperienza che non guastano) e, nell'attesa di fare eventualmente parte del tuo progetto, vorrei permettermi di consigliarti una cosa: vai dritto, innanzitutto, nel colpire la "casta", essendo lei l'espressione negativa della trasformazione progressiva da "democrazia" in "partitocrazia". Pur essendo i politici incapaci, per la millenaria disabitudine del popolo all'autogestione, sono purtroppo la fotocopia degli italiani. Ma essi li odiano, e vorrebbero che emergesse qualcuno che annullasse la loro protervia ed arroganza. Da soli non sono capaci di cambiarli. Avrei tanto da dire, specie facendo appello a riferimenti storici (guai, per un cultore della Politica, non conoscere il substrato storico del popolo o del Paese che interessano o dei quali si parla), ma, se la cosa ti garba, potremmo iniziare un dialogo, si spera, costruttivo. Cordialità. Salvatore Di Gennaro. Corato (Ba).

Autore: Salvatore Di Gennaro

Flavio Briatore, 294 lettere aperte, 4 visite

Nessun commento su questa lettera a Flavio Briatore


HTML autorizzato: <b> <i> <a> :-) ;-) :-( :-| :-o :-S 8-) :-x :-/ :-p XD :D



Celebrità > F > Flavio Briatore > Lettera 287 > scrivere