Riccardo Scamarcio

Lettera aperta di Giuseppe a Riccardo Scamarcio
“Non è che potresti per un po' levarti dalle pa..”

lunedì 3 agosto 2020,

Caro (si fa per dire) Riccardo
ormai non esco più di casa perché mi sono stufato di sentirmi dire "Scamarcio, Scamarcio, Scamarcio" e pensare che prima di collegare quel suono austrolopiteco gutturale al tuo nome (volendo anche cognome) pensavo che ce l'avessero con me e per questo mi apostrofassero con degli epiteti incomprensibili e irriferibili.
Caro, sempre di fa per dire, Riccardo non è che per caso potresti cambiare Paese (avresti l'imbarazzo della scelta), insomma levarti dalle pa... per un po', così la gente comincia a scordarsi di te ed io così potrò finalmente tornare ad uscire di casa.
Sarebbe solo per qualche anno poi giuro che ti faccio rientrare.

P.S. La curiosità mi ha spinto a cercare su internet una tua foto, direi che non sei niente di ché, sono molto meglio io.

Autore: Giuseppe

Lettera per Riccardo Scamarcio. Lettera 4.

Nessun commento su questa lettera a Riccardo Scamarcio


HTML autorizzato: <b> <i> <a> :-) ;-) :-( :-| :-o :-S 8-) :-x :-/ :-p XD :D



Celebrità > R > Riccardo Scamarcio > Lettre 4 > scrivere