Andrea Agnelli

Lettera aperta di Paolo Vetere a Andrea Agnelli
“Al Presidente Andrea Agnelli”

lunedì 10 agosto 2020,

Buongiorno Andrea Agnelli,
Buongiorno Presidente. Avrei il piacere di dire la mia. Il Sig. Sarri non era un Allenatore da Juve lo dissi appena approdò da voi. Senza stile senza classe sempre con questo filtro in bocca. Non ricopriva il fascino della società anzi la denigrava. Io penso che se era ancora in vita suo Nonno Gianni lo avrebbe preso a calci. Oscurava il fascino e la classe della Juve. mi permetto anche di dirle che lei è circondato da incompetenti Petrachi secondo me non capisce una fava, Nedved cosà fà scalda la poltrona i tribuna ? Gurdi Sig. Presidente io avrei fatto di meglio da buon commerciante ed avrei preteso anche molto di meno di stipendio. Sono convinto che avrei portato più risultati poi per carità posso anche sbagliarmi . Comunque non avrei preso Pirlo. Capisco che ci sono operazioni di bilancio
ma avrei cercato altro .Comunque per qualsiasi chiarimento mi metto a sua disposizione se vuole contattarmi ######### Paolino. Lo incrociata tempo fa in Via Andrea Doria con la sua famiglia prima del Lookdown stava facendo salire i bimbi in auto volevo salutarla ma non mi sono permesso per non violare la sua Privacy.
Sono sempre stato un ammiratore di suo nonno quant'è è vero che una sua foto appesa in sala.
Dimenticavo io sono Interista da generazione ma ho sempre ammirato la Famiglia Agnelli.
Cordiali Saluti

Autore: Paolo Vetere

Lettera per Andrea Agnelli. Lettera 79.

Nessun commento su questa lettera a Andrea Agnelli


HTML autorizzato: <b> <i> <a> :-) ;-) :-( :-| :-o :-S 8-) :-x :-/ :-p XD :D



Celebrità > A > Andrea Agnelli > Lettre 79 > scrivere