Carlo Verdone

Lettera aperta di Claudio Forti a Carlo Verdone
“E mo è troppo!”

giovedì 19 marzo 2020,

Buongiorno Carlo Verdone,

sono un suo ammiratore fin dai suoi esordi. stamane ho visto il suo appello su "iIl Messaggero"per sostenere il Gemelli e lo Spallanzani. Mi scusi ma non sono assolutamente d'accordo con lei. I soldi per aiutare questi ospedali debbono tirarli fuori i signori che tutti conosciamo, i quali hanno massacrato la nostra sanità. E che cavolo, adecco c'avete rotto i coglioni!

Autore: Claudio Forti

Lettera per Carlo Verdone. Lettera 441.

Un commento su questa lettera a Carlo Verdone
  1. Mi sono sempre rifiutato di comunicare con questi mezzi che stimolano perlopiù rabbia e frustrazione, però, pur non approvando parole non propriamente consone, non posso che approvare quello che ha scritto il Sig. Forti.
    Una persona come Carlo Verdone (un'artista che dovrebbe ambire a livelli superiori) che crea e impersona maschere (una su tutte quella di Romano ne "La Grande Bellezza") che ci hanno fatto sorridere, intristire e rifleffere avrebbe dovuto evitare di farsi coinvolgere in questa ennesima pantomina.
    Il Covid19 ci ha sbattuto in faccia le ns responsabilità e le colpe di chi poteva, doveva agire e non l'ha fatto per calcolo e convenienza, uno su tutti la carenza di posti letto "sensibili".
    La Sanità pubblica (in cui includo lo Spallanzani) è stata deliberatamente e spietatamente macellata a favore di quella privata e convenzionata (in cui includo il Gemelli) spesso autoreferenziata, gonfiata ad arte e mirata al Dio Denaro.
    Grandi e eccellenti strutture romane sono state smantellate, sottodimensionate in posti letto e finanziamenti regionali e ridotte a lazzaretti per poveracci.
    E le risorse, pubbliche, tolte sono state indirizzate in altre strutture di cui il Gemelli a Roma ne è purtroppo, ancorchè eccellente, il capofila: è facile emergere sui media, mostrare efficienza, ordine, pulizia quando a pagare è Pantalone, e le altre strutture sono metodicamente e coscientemente soffocate e svilite.
    Così come è facile fare il "sostenitore" quando si rastrellano risorse da tariffe e da convenzioni pubbliche.
    Mi piacerebbe sentire la replica "vera" di Carlo Verdone, frutto di una sua riflessione e non di un suo troll.
    Ma Tant'é...
    Saluti e Salute a tutti.

    C'era 13 giorni, da Caio Mario


HTML autorizzato: <b> <i> <a> :-) ;-) :-( :-| :-o :-S 8-) :-x :-/ :-p XD :D



Celebrità > C > Carlo Verdone > Lettre 441 > scrivere