Toni Servillo

Lettera aperta di Michele D'Ambrosio a Toni Servillo
“Loro uno”

domenica 13 maggio 2018,

Buongiorno Toni Servillo,
Si dà il caso che uno dei maggiori danni arrecati da Berlusconi nei tanti anni in cui ha provato a invadere, spesso indesiderato, le nostre vite, sia stato proprio quello di aver fortemente, anche se per debolissime ragioni di convenienza personale, sostenuto e diffuso l'idea, molto più vecchia di lui per carità, che l'evidenza si possa negare e che verità sia nient'altro che quella che si sostiene con più forza. E, aggiungo, con meno scrupoli. Precisamente ciò che Lei-Berlusconi, dice al "suo" nipotino nel film "Loro uno".
Si tratta di un disastro, non è difficile immaginarlo, di notevoli proporzioni. Magnificare tutto ciò, o darlo anche solo ad intendere come sembra far Lei nel film, è perlomeno inutile, a voler essere gentili. Anche gli artisti sono alla ricerca della verità. Certo, può darsi sia io a non capire per quali vie Lei la stia cercando. Può darsi che il personaggio non le sia venuto troppo bene. Può darsi infine, che ciò che io trovo un danno sia per altri un beneficio.
Tutto può essere, come dice Lui.
Anzi, come dice Lei.

Autore: Michele D'Ambrosio

Toni Servillo, 9 lettere aperte, 12 visite

Nessun commento su questa lettera a Toni Servillo


HTML autorizzato: <b> <i> <a> :-) ;-) :-( :-| :-o :-S 8-) :-x :-/ :-p XD :D



Celebrità > T > Toni Servillo > Lettera 9 > scrivere